Chi siamo

Chi siamo

Michele Webber

Questo blog di pesca nasce dalla passione che ho per questa stupenda attività e per il il territorio in cui vivo, il Trentino.
Più che una semplice passione mi piace definirla una filosofia di vita in quanto la pesca come la intendo io non si ferma alla banale cattura del pesce.
Attraverso racconti, foto e filmati cercherò di trasmettervi la mia idea di pesca, dando particolare importanza al territorio in cui ho la fortuna di vivere.

La tranquillità, l’essere in pieno contatto con la natura e poter ammirare spettacoli unici sono le caratteristiche principali che tanto mi fanno amare questo hobby.

Sia chiaro, questo blog non vuole essere una guida alla pesca ma vuole essere uno spazio dove condividere la mia esperienza, i miei racconti e la mia passione.

Se cerco di capire quando e come mi sono avvicinato alla pesca devo fare riferimento per forza di cose a mio nonno, sono cresciuto vedendo lui pescare e inevitabilmente cercavo di imitarlo. Purtroppo se ne è andato troppo presto e quindi non è riuscito a trasmettermi tutti i suoi segreti ma l’eredità che mi ha lasciato è stata enorme. La passione.

Amo la pesca in torrente, ho sperimentato diverse tecniche e oggi posso dire che quella di cui mi sono innamorato e ho fatto mia è lo spinning alla trota in torrente. Non sono un guru dello spinning, anzi, non voglio “insegnare” niente a nessuno, ma voglio cercare di divulgare una pesca sana. Raccontarsi e raccontare penso sia un ottimo mezzo per crescere e per far crescere  tutto il movimento della pesca.

Riuscire a “fregare” una trota con un’esca artificiale e vederne l’attacco rilascia una dose di adrenalina incredibile. Farlo in ambienti naturali, selvaggi e incontaminati come il Trentino, dà una sensazione di relax unica capace di equilibrare le due componenti entrando in uno stato idilliaco.
Come ho detto prima per me la pesca è pura filosofia, un modo di vivere che ti spinge ad osservare i dettagli e a vivere la natura per quello che è.

COLLABORATORI

Mirko Webber

Mi sono avvicinato alla fotografia sin da piccolo quando curiosando per casa trovai una reflex analogica, iniziando a smanettarci e a fare i primi scatti la curiosità invece che scemare aumentava sempre più e così a 15 anni ricevetti in regalo la mia prima Reflex digitale.

E’ stato sin da subito amore e quindi iniziai ad approfondire questo mondo trovando la mia massima ispirazione nella caccia fotografica e nella fotografia naturalistica.

Vivendo in Trentino ed avendo un fratello matto per la pesca lo seguivo spesso, prima da “porta borse” e dopo da compagno di pesca. Quello che più mi affascinava erano i posti in cui mi portava, immersi nella natura, selvaggi, unici, difficile poterli trovare se non si era un pescatore. Con il passare degli anni la passione per la fotografia prese il sopravvento e quindi lo seguivo più per questa attività che per la pesca, così sono qua, contento di poterlo affiancare in questo progetto cercando di raccontare le emozioni di un pescatore attraverso la fotografia.