Prima pescata del 2018

Prima pescata del 2018

La prima pescata del 2018 è arrivata come di consuetudine il 2 gennaio. Un momento magico, ci si prepara meticolosamente, si iniziano a provare le emozioni di sempre, quelle che la natura e la pesca offrono.

Prima pescata del 2018

Per chi decide di dedicare una vita a questa nobile arte non sono poi molte le prime pescate dell’anno, non trovate? 😀

Bensì non ami le aperture per via del troppo traffico, le aspetto con ansia perchè in giorno dopo la fatidica data posso fiondarmi lungo i torrenti o nei laghi come in questo caso.
Come ben sapete i torrenti sono off limits almeno fino a febbraio, ma fortunatamente dal 1 gennaio apre qualche lago anche in Trentino.
Non fraintendetemi, non i laghi a pagamento dove praticare il trout area, ma veri e propri laghi come il Lago di Mollaro scelto per l’apertura alla pesca del 2018.

Un lago formato dalla confluenza del fiume Noce che sbarrato della diga forma questo bacino all’interno di un canyon estremamente selvaggio e impegnativo. Arrivarci non è affatto semplice e richiede una discreta preparazione fisica, non ci sono vere e proprie sponde, ma piuttosto delle piccole piazzole non certo comode.
Dal punto di vista ittico viene gestito dall’Associazione Pescatori Val di Non che immette periodicamente trote iridee. Queste ultime però non sono di certo le uniche ad abitare questo bacino, ma vi trovano casa anche trote fario e trote marmorate che raggiungono spesso notevoli dimensioni.

Personalmente più che andare a pesca di pesci vado a caccia di emozioni e quelle che la natura offre in questo posto sono incredibili!
Non amo lo spinning in lago ma questo è uno spot che frequento spesso, sembra un luogo incantato ed è facile rilassarsi.

Questa volta non in solitaria…

I miei compagni di avventura sono stati Stefano, mio cugino e Sebastiano, un neo pescatore. Questa è un’assoluta novità per me, chi mi conosce sa che sono un lupo solitario e se dedico del tempo a qualcuno per la pesca vuol dire che lo merita veramente e condivide con me gli stessi ideali.

Raggiungere lo spot non è affatto facile, le stradine di campagna che si avvicinano al lago sono completamente innevate e dopo alcuni tentativi decidiamo di lasciare la mitica Punto un bel pezzo in su. Armati di buone gambe e buona volontà ci mettiamo in cammino e in circa 15 minuti siamo into the wild 😀

A pescare siamo solo io e mio cugino e le discussioni dei giorni prima sono relative esclusivamente alla scelta del filo per via delle temperature assai rigide: nylon o trecciato? Non trovando un accordo comune optiamo per il trecciato io e il nylon lui.
Il freddo è davvero pungente ma fortunatamente tutto regge bene e mi limito a “parruccare” solo un paio di volte. 😛

Abbiamo l’artiglieria pesante, vogliamo qualche marmorata da record, siamo in astinenza. Grossi minnow bombardano letteralmente l’acqua e al primo lancio una bella fario attacca il minnow a pochi metri da riva slamandosi con un colpo di testa degno del miglior Maldini.

Primo lancio, primo attacco. Giornata giusta? Neanche per sogno! Non si vede più un pesce per quasi tutta la mattina.

Poco prima che esca il sole monto un cucchiaino rotante da 12 grammi per vedere se con un artificiale più piccolo si muove qualcosa e si rivela una scelta azzeccata.
Prima trota del 2018!
Una bella iridea che ricorda una lontana parente di una Steelhead.

La legge della natura

I lanci continuano imperterriti ma i pesci non hanno voglia di collaborare, sono le 13:00 e decidiamo che è giunto il momento di terminare la prima pescata dell’anno.

Siamo contenti e ce lo si legge in faccia. 🙂

Le catture avrebbero fatto da contorno perchè quello che cercavamo era altro.
Vivere l’acqua, assaporare le vibrazione dei nostri artificiali, sentire i sassi sul fondo, cercare la traiettoria perfetta, le risate, le emozioni che solo la natura sa dare.
Torniamo alla macchina ricchi di esperienza, un’ennesima apertura è andata, abbiamo imparato molto dalla natura, soprattutto che noi ne facciamo parte.

Siamo lontani dai laghetti per i trout area, qui si vive la natura vera. #freeyourAlphainstinct

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *