Pescare in Scozia, un sogno.

Pescare in Scozia, un sogno.

Durante il mio viaggio in Scozia non ho potuto fare a meno che pensare alla pesca.  In una terra dove la natura è la protagonista principale, la pesca trova la sua massima espressione. Laghi immensi, fiumi importanti e torrenti impetuosi, oltre al magico mare del nord.

Fiume Spey

Pescare in Scozia, un sogno.

La Gran Bretagna è spesso vista come una parte del mondo dove è difficile vivere per via del clima ostile e piovoso. Ci si allontana dall’equatore, il vento è pungente e la pioggia fa parte della vita quotidiana.

Spesso si sente dire che l’acqua è vita e in terre come la Scozia questo è amplificato. La terra scozzese è famosa per il suo magico spirito, il whisky e per creare questo magico distillato c’è bisogno di acqua, tanta acqua. Le distillerie affacciano quasi sempre su un corso d’acqua che ne caratterizza in gran parte il prodotto finale, se non piove la produzione di single malt ne risente parecchio. Il whisky non è l’unico a risentirne, chi più ne risentirebbe sono i nostri amici pinnuti. I fiumi e i torrenti scozzesi sono famosi soprattutto per la risalita dei salmoni nel periodo di riproduzione e pensate che disastro accadrebbe se non avessero l’acqua sufficiente… Almeno per adesso il problema non si presenta, di acqua in Scozia ne cade davvero tanta 😀

Il Road Trip

Ho girato la Scozia in macchina in dolce compagnia, partiti da Edinburgo siamo passati per le tortuose Highlands facendo una tappa obbligata all’isola di Skye. Ho trovato nelle Highlands un ambiente magico per le attività outdoor come la pesca, la caccia e il trekking. Enormi spazi verdi e meravigliosi parchi naturali dove il tempo sembra essersi fermato e la vita scorrere a rilento. 

Lago Lochness

Ogni fiume era luogo per una veloce perlustrazione, per vedere qualche pesce bollare, in caccia o esclusivamente per ammirare le caratteristiche che li distinguono da quelli nostrani. 

La cosa che mi ha colpito di più è stata vedere qualsiasi bar, negozietto nelle immediate vicinanze di un fiume vendere attrezzatura per la pesca: dalla più essenziale alla più ricercata. 

Inutile dire che la pesca con esche artificiali la fa da padrona, in particolar modo la pesca a mosca.
Inoltre, non è per niente difficile trovare una guida di pesca, un alloggio attrezzato o reperire i permessi.
Spesso non è il turista che deve informarsi ma sono le strutture che informano il turista e questa la trovo una gran cosa. Ho trovato nelle Highlands molti caratteri simili al Trentino dal punto di vista naturalistico ma siamo indietro anni luce da quello organizzativo.

In Scozia la pesca viene vista come una risorsa turistica ad impatto zero, in Trentino la messa in pratica di quello che potrebbe essere un’idea è ancora lontana. 

Steall Waterfall

In conclusione

Penso proprio che in Scozia ci tornerò, ma questa volta con la canna da pesca. Non vedo l’ora di poter vivere intensamente una terra magica, fatta di miti e leggende ma con delle bellissime realtà. Sono convinto che un giorno anche in Trentino si arrivi ad una situazione simile. Ci stiamo già muovendo sulla buona strada, le cose da rivedere e smussare sono ancora molte ma le basi ci sono tutte.

Nell’attesa… #freeyourAlphainstinct

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *